Studiò disegno presso la “Scuola Reale” di Amsterdam e si perfezionò negli uffici “Grandre Molier Verhagen e Kok” a Rotterdam. Nel 1927 studiò urbanistica presso la Bauhaus a Dessan. In questo periodo prese parte ad una conferenza preparatoria per l'Esposizione del Werkbund a Stoccarda, nella quale descrisse un prototipo di sedia in tubo metallico priva delle gambe posteriori. Per evitare la rotura del materiale a causa delle sollecitazioni. I tubi metallici furono rinforzati con un secondo tubo inserito al loro interno. La sedia a sbalzo ed il suo metodo di costruzione divennero, a partire dagli anni trenta, elemento fondamentale nell'arredo comune e il design di questa seduta influenzò altri designers della Bauhaus.

Stam fu anche membro fondatore del Congresso Internazionale di Architettura e lavorò al progetto di “pilastri nuvole”, palazzi per uffici, che dovevano essere costruiti su possenti pilastri a callo di una importante arteria urbana.
Accanto ai progetti di architettura egli ha continuato a progettare mobili funzionali di design in accordo ai suoi ideali socialisti.
Dal 1931 al 1932 lavorò in Russia come pianificatore della città e dal 1948 al 1952 insegnò architettura e design a Dresda e Berlino. Nel 1966 andò in pensione, si trasferì in Svizzera dove morì nel 1986.